Post

Crisantemo: cultura, arte, tradizioni in oriente

Il crisantemo in Cina era già coltivato al tempo di Confucio, circa nel 500 a.C.; la creazione di nuove varietà continuò nel tempo ed oggi se ne contano oltre 3.000. 
Pianta perenne, che fiorisce a lungo, in Cina il crisantemo divenne simbolo di lunga vita. In molti scritti e poesie cinesi antichi, è descritto come “midollo di giada, corpo di ghiaccio, petalo di perla e cuore rosso”, perché sa fiorire nei freddi giorni d’autunno quando tutti gli altri fiori appassiscono.



Preferisce morire fragrante sullo stelo,  piuttosto che volar via con il vento.
La sua bellezza e il suo carattere forte lo fecero amare dagli studiosi cinesi romantici. Insieme con il pruno, il bambù e l’orchidea è uno dei cosiddetti “quattro gentiluomini”, che rappresentavano la purezza e la nobiltà degli studiosi confuciani.
Bevi rugiada di magnolia al mattino e cibati dei petali che cadono dal crisantemo alla sera. Qu Yuan (340-278 a.C.), versi dalla poesia “Li Sao”
Le tradizioni culturali restano vive nella Cina moder…

I nostri soci raccontano: viola come UKIYO-E, colore stampato

La nostra biblioteca si presenta - dicembre 2017

Vita di Club: gita a Firenze

I nostri soci raccontano: i semai italiani, il Giappone e una mostra

Crisantemo: note di coltivazione

Crisantemo: il fiore d'oro dell'autunno

Parlando di poesia

Marcel Vrignaud al MUDEC: video

Seminario Marcel Vrignaud